Andiamo in Sardegna!
Un viaggio navigando in un mare di smeraldo, tra piccole e grandi calette dalla sabbia bianca: questa è la Sardegna, un'isola che stupisce il visitatore per i suoi contrasti naturali, luci e colori, un paese di antiche tradizioni, circondato da una natura selvaggia e incontaminata. Il mare regna sovrano con i suoi colori e si insinua nelle calette tortuose, lungo le coste e le spiagge, nei luoghi più frequentati. La Costa Smeralda con la sua perla, Porto Cervo, ne è un esempio. Chi preferisce la montagna al mare può andare alla scoperta del Gennargentu, il più grande complesso montuoso della Sardegna, con i suoi scenari pittorici dove la natura occupa un posto di rilievo: qui sono ricchissime flora e fauna, con i suoi mufloni, l'aquila reale, il cervo sardo e varie specie ora sull'orlo dell'estinzione. Tra le sue meraviglie, la Sardegna offre al visitatore i complessi nuragici sparsi sul territorio, monumenti unici al mondo che testimoniano una cultura antica e ancora in parte misteriosa che va dal XV al VI secolo a.C. I Nuraghi - costruiti con grandi blocchi di pietra - si sviluppano attorno ad una torre centrale a forma di tronco di cono che trasmette una sensazione di solidità e potenza. Si tratta di siti archeologici dove si possono ancora vedere i segni di antichi riti e di vita domestica dal fascino arcaico. Tra i tanti, il complesso Barumini nel Medio Campidano è patrimonio dell'UNESCO.